• Foto de Gita Pal Piccolo (Kleiner Pal) 24-AGO-19
  • Foto de Gita Pal Piccolo (Kleiner Pal) 24-AGO-19
  • Foto de Gita Pal Piccolo (Kleiner Pal) 24-AGO-19
  • Foto de Gita Pal Piccolo (Kleiner Pal) 24-AGO-19
  • Foto de Gita Pal Piccolo (Kleiner Pal) 24-AGO-19
  • Foto de Gita Pal Piccolo (Kleiner Pal) 24-AGO-19

Temps  6 hores 23 minuts

Coordenades 1325

Data de pujada 28 / d’agost / 2019

Data de realització d’agost 2019

-
-
1.861 m
1.357 m
0
1,5
3,0
5,95 km

Vista 14 vegades, descarregada 0 vegades

a prop de Plöcken, Carinthia (Austria)

Interessante escursione che porta sul Pal Piccolo, sul confine italoaustriaco. La cima è un museo a cielo aperto che testimonia dei combattimenti della I Guerra Mondiale. La montagna è letteralmente bucata e trincerata dai soldati che controllavano il Passo e il confine.
Per la salita abbiamo percorso il sentiero 401 che parte dal piazzale del Passo di Monte Croce Carnico (Plockenpass), appena prima del confine con l'Austria. Il primo tratto sale a ridosso delle bastionate del Monte Croce, alternando tratti ripidi a tratti pianeggianti, con alcune piccole discese. Dalle bastionate partono innumerevoli vie di arrampicata. Superate le bastionate e il bivio per il sentiero 401b (che abbiamo ignorato), le pendenze si fanno più dolci. Si passa in mezzo a pilastri di roccia e si attraversano prati fino alla conca che precede la salita finale. Si arriva facilmente fino ad una piccola costruzione di legno. Da qui sentiero facile o sentiero per esperti. Abbiamo scelto il sentiero facile che prevede comunque di salire una serie di tre scale di legno piuttosto ripide e scivolose e dei gradoni scavati nella roccia, prima di sbucare sulla cima. Questa è costellata di piccole grotte e trincee che i soldati usavano per nascondersi e spostarsi senza essere esposti ai colpi nemici (italiani, in questo caso). La cima si trova esattamente sul confine tra Austria e Italia. Purtroppo il brutto tempo non ci ha permesso di godere appieno del bellissimo panorama che si gode dalla cima e di esplorare con calma tutte le fortificazioni.
Abbiamo affrontato la discesa dal lato austriaco (sentiero n° 434). Questo sentiero è piuttosto impegnativo. Scende ripido tra prati e rocce, con alcuni brevi tratti attrezzati con cavi di acciaio e qualche gradino metallico (più utili, in verità, in salita che in discesa). Bisogna destreggiarsi tra passaggi con roccette (rese molto scivolose dalla pioggia appena caduta) e tratti fangosi, altrettanto scivolosi. Giunti ad un'altra postazione militare, il Rundumstellung, le cose si sono semplificate (seguire sempre il sentiero 434 per il Plockenpass) e in breve siamo arrivati alla strada asfaltata che passa sotto una pala eolica, prima di ritornare alla macchina attraversando la ex dogana. Ottime torte fatte in casa e cioccolata calda al bar sul confine italiano, per recuperare un po' di energie e asciugarci per la pioggia presa nell'ultimo tratto del percorso.

Comentaris

    Si vols, pots o aquesta ruta.