Temps  5 hores 36 minuts

Coordenades 2250

Data de pujada 15 / de juliol / 2017

Data de realització de juliol 2017

  • Valoració

     
  • informació

     
  • Fàcil de seguir

     
  • Entorn

     
-
-
2.139 m
1.535 m
0
3,4
6,7
13,45 km

Vista 2171 vegades, descarregada 79 vegades

a prop de Corvara in Badia, Trentino-Alto Adige (Italia)

Si parte da Corvara per un giro ad anello altamente remunerativo. In realtà si potrebbe anche sfruttare l'impianto di risalita di Col Alto, ma oggi la giornata non prevede temporali pomeridiani e quindi non abbiamo fretta. Raggiunta quota 2000, si comincia a camminare su un crinale costellato da bei rifugi alpini con possibilità di ristoro. Occhio ai prezzi, che sembrano quelli di ristoranti a 5 stelle. Unica nota dolente è il sovraffollamento di persone. Tanti turisti, grazie anche agli impianti di risalita. Panorami su tutto il Gruppo Sella, il ghiacciaio della Marmolada e il Settsass dall'altopiano di Pralongià.
da wikipedia
Corvara in Badia (Corvara in ladino e in tedesco[4]) è un comune italiano di 1 370 abitanti della provincia autonoma di Bolzano in Trentino-Alto Adige, il centro più grande della val Badia, situato a 1 568 m s.l.m. nel "cuore" delle Dolomiti. Fa parte della Comunità Comprensoriale val Pusteria, ed è uno dei 18 comuni che formano la Ladinia; vi è ubicata la stazione meteorologica di Corvara in Badia. È una rinomata località sciistica nel Gruppo del Puez del Sella Ronda, ai piedi del Sassongher e del comprensorio del Dolomiti Superski.


Indice
1 Origini del nome
2 Storia
2.1 Stemma
2.2 Simboli
3 Monumenti e luoghi d'interesse
3.1 Architetture religiose
3.2 Architetture civili
4 Società
4.1 Ripartizione linguistica
4.2 Evoluzione demografica
5 Cultura
5.1 Scuole
6 Amministrazione
7 Sport
7.1 Tappe del Giro d'Italia con arrivo a Corvara in Badia
8 Note
9 Bibliografia
10 Altri progetti
11 Collegamenti esterni
Origini del nome
Il toponimo è attestato dal 1296 come Kurfaer, Curveire, Corfara, Corvera e deriva dal latino corvus ("corvo") col suffisso -aria col significato di "luogo dei corvi".[5][6] Tra il 1925 e il 1938 il comune si è denominato Ladinia, per aggregazione dei precedenti comuni di Corvara e Colfosco. La locuzione finale "in Badia" è presente solo nel toponimo ufficiale in italiano, probabilmente per distinguerla a livello nazionale dall'omonima località in provincia di Pescara, ma è assolutamente desueto in loco e nella segnaletica[senza fonte].

Storia
Nonostante facciano parte ormai dello stesso comune, i paesi di Corvara e Colfosco hanno avuto storie nettamente distinte e hanno fatto parte anche di territori diversi. Si hanno notizie storiche di Corvara soltanto dal 1292, al contrario di Colfosco di cui si ha traccia già un secolo e mezzo prima, precisamente dall'anno 1153, e l'abitato faceva parte dell'antica signoria di Marebbe-Val Badia. Corvara apparteneva alla giurisdizione di Marebbe, Colfosco invece a quella Selva di Val Gardena, e quest'ultima località è stata annessa alla Val Badia solo nel 1828.

Ecclesiasticamente, Colfosco è appartenuta dapprima alla chiesa parrocchiale di Laion, poi alla curazia di Santa Cristina in Val Gardena. Sia Corvara che anche Colfosco appartengono sino alla fine della prima guerra mondiale alla circoscrizione giurisdizionale di Marebbe e facevano parte del distretto di Brunico.

La più antica delle chiese, quella di Santa Caterina, esisteva già nel XV secolo e se ne ha notizia perché si parla di un sacerdote che vi teneva messa. L'altra chiesa, dedicata al Sacro Cuore, è invece molto più recente, del 1962. Stante la remota posizione dell'abitato e della vita prettamente montanara della popolazione, non vi sono accaduti eventi di particolare rilievo. Sia Corvara sia Colfosco acquisirono fama internazionale nel XIX secolo, quando cominciarono ad essere apprezzati per le attività sciistiche ed escursionistiche. Nel 1947 fu ultimata e collaudata la prima seggiovia d'Italia proprio a Corvara, che collegava l'abitato al Col Alto, avviando un processo di intensificazione dell'industria turistica e sciistica che ha visto un particolare incremento negli anni settanta, creando notevoli posti di lavoro per la popolazione locale ed anche per persone giunte da altre regioni.
Punt d'interès

028

Punt d'interès

Strada Arlara + Strada

Punt d'interès

Pralongià (2138m)

Punt d'interès

Strada sterrata 1

Punt d'interès

Strada sterrata 2

Punt d'interès

Strada sterrata 3

Punt d'interès

Strada sterrata + 23

Punt d'interès

Strada sterrata + 23 1

Punt d'interès

La Brancia

Punt d'interès

Strada sterrata + 23 2

Punt d'interès

Strada sterrata 4

Punt d'interès

Strada sterrata + 23 3

Punt d'interès

Strada + 24

Punt d'interès

Strada + 24 1

Punt d'interès

Strada + 24 2

Punt d'interès

Rifúgio La Marmotta

Punt d'interès

Strada Col + Strada Arlara

Punt d'interès

Strada + Sentiero

2 comentaris

  • Foto de Jo_sayers

    Jo_sayers 18/09/2018

    He fet aquesta ruta  verificat  veure detalls

    Amazing walk with excellent scenery. We extended it a bit to walk to Col de Lana. Loads of lunch and food options. Busy at the top as the trail is so popular, but rightfully so! Steep ups and downs at the beginning and end, but easy paths.

  • Foto de leogas

    leogas 24/08/2020

    He fet aquesta ruta  veure detalls

    Bellissima escursione su facili sentieri e con fantastiche vedute.

Si vols, pots o aquesta ruta.